Renée Zellweger?

Proprio ieri, vagando su internet in cerca di qualche notizia interessante, la mia attenzione è stata colpita dalla foto di una donna: leggo il suo nome, e non appena realizzo di chi si tratta, rimango sbalordita. La signora in questione è la celebre attrice Renée Zellweger, che deve la sua fama mondiale al personaggio Bridget Jones.

Renée Zellweger, prima e dopo

Osservo il suo volto attuale, e lo metto a confronto con le fattezze che me la rendevano riconoscibile; più la guardo più mi rendo conto quanto mi sia diventata estranea: dove sono finite le guance carnose che le socchiudevano gli occhi ad ogni sorriso, e quello sguardo da cerbiatto, un po’ malizioso e civettuolo?

Renée Zellweger in Bridget Jones

Non la riconosco più, e mi chiedo in un momento di sconforto se la sua vita cinematografica, d’ora in avanti, sarà sempre la stessa. In fin dei conti, quella che abbiamo imparato a conoscere sul grande schermo non è la stessa persona di adesso.

Forse il punto è questo: forse quello che più inquieta è vedere come un individuo possa cambiare le proprie fattezze con la stessa leggerezza con cui ci si libera di un paio di scarpe usurato, per trasformarsi in un’inquietante alter ego creato su misura da un bisturi.

In una società come quella di oggi, dove le parole d’ordine sono “bellezza”, “perfezione” e “giovinezza”, viene naturale chiedersi dove sia finita l’autenticità delle cose semplici. In un mondo dove sempre più persone si affidano a un immagine virtuale, sponsorizzata sul proprio palcoscenico “privato” – i social network –, ci si chiede se esista ancora qualcuno di noi che non menta. Perché ingannare il tempo con interventi chirurgici evitabili nella maggioranza dei casi? Perché dover sempre ricoprire un ruolo che non ci appartiene, in ogni momento della propria vita?

Renée ha semplicemente detto: “sono solo più felice”. La dobbiamo considerare una risposta a tutte queste domande? Una motivazione per il ricorso spasmodico a interventi di chirurgia plastica di cui non aveva assolutamente bisogno?

Riflettiamo su questi cambiamenti sempre più frequenti nelle persone di tutti i giorni, su cosa comporterebbe perdere le proprie usuali fattezze e modificarsi nell’aspetto: non sarà un “cambio d’abito” a farci sentire “diversi” e “migliori” dentro.

Annunci

5 pensieri su “Renée Zellweger?

  1. Pingback: #MyBooksForYou e molto altro | Pandora monde

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...